La Romeo Ferraris protagonista dell'Automotive Business Summit

07.06.2024
Logo Romeo Ferraris

La Romeo Ferraris ha partecipato all’edizione 2024 dell’Automotive Business Summit. Una presenza di spicco, la prima per il costruttore di Opera, nella quarta edizione della convention realizzata da “Il Sole 24 Ore Eventi” al fine di delineare gli scenari attuali e del futuro prossimo nel mercato italiano e internazionale dell’Automotive, grazie alla presenza di numerosi player del settore automobilistico. Tanti i temi discussi nel fitto programma di venerdì 7 giugno, data in cui si è svolto l’evento. Nello specifico, a rappresentare la Romeo Ferraris è stato chiamato il Direttore Generale, Michela Cerruti, intervenendo a colloquio con Mattia Giustiniano (Vice Presidente della sezione EMEA R&D di Bridgestone) e Giulio Salvadori (Direttore dell’Osservatorio Connected Car & Mobility al Politecnico di Milano). 

Il panel, a cura di Mario Cianflone (Automotive Chief Director de “Il Sole 24 Ore” e giurato Car of the Year), ha riguardato il seguente tema: “auto 4.0 – innovazione e sostenibilità alla base dello sviluppo di prodotto”. Si tratta di un argomento cardine quello di mettere al centro la sostenibilità per gli sviluppi futuri riguardanti l’intera filiera dell’Automotive. Malgrado lo spirito della Romeo Ferraris conservi da sempre un forte legame per la tradizione, c’è sempre la possibilità di innovare in maniera rispettosa per l’ambiente, mantenendo i principi storici che caratterizzano i propri modelli, dalle personalizzazioni delle vetture stradali dei clienti, ai marchi Morgan e Caterham di cui la Romeo è rivenditore, sino all’ultima aggiunta di MOKE International.

L’occasione è stata propizia per segnalare come il settore automobilistico benefici della componente “racing” e passionale del motorsport, che risulta essere antesignana in termini di innovazioni ed evoluzione. Ecco perché, in aggiunta al ruolo che ricopre attualmente, Michela Cerruti ha portato la sua lunga esperienza in pista come pilota. Legata al marchio Romeo Ferraris sin dalle prime esperienze sui circuiti di tutto il mondo, partecipando al Campionato Italiano Turismo Endurance nel 2008 con l’Alfa 147 Cup, vettura interamente preparata dall’officina Romeo Ferraris, passando attraverso i successi in Superstars. Numerosi i record battuti in pista ed altrettanti sono i ruoli ricoperti per passare nel corso degli anni da pilota ad Operations Manager per la scuderia milanese nel WTCR e nel campionato full-electric Pure ETCR, in cui il tema dell’innovazione è proprio al centro del progetto, riportando il marchio Alfa Romeo alla vittoria sulla scena internazionale dopo oltre sette anni di astinenza.