Romeo Ferraris è lieta di annunciare che sarà Stefano Coletti il primo pilota per la stagione 2021 del PURE ETCR. Il trentunenne monegasco avrà l’opportunità di guidare la Giulia ETCR by Romeo Ferraris a Vallelunga, in occasione dei test organizzati da WSC in vista della partenza del PURE ETCR 2021 che terrà a battesimo la vettura interamente progettata e costruita ad Opera. Coletti, pilota che ha avuto modo di esprimere il suo potenziale velocistico in monoposto, dove ha vinto in Formula 3, Formula Renault 3.5 e GP2, ha dimostrato grande valore nel corpo a corpo diretto nelle sue più recenti avventure nei prototipi ed in GT. Il 2021 lo vedrà al debutto in una serie turismo supportato da Romeo Ferraris, il primo impegno per lui in un programma direttamente gestito da un costruttore, che segna l’inizio di una nuova ed entusiasmante sfida per entrambe le parti

Michela Cerruti, Romeo Ferraris Operations Manager
“Il programma PURE ETCR 2021 ci vedrà impegnati in prima persona come costruttori, ed a differenza del passato in cui si trattava di una posizione customer racing, abbiamo grandi responsabilità. La scelta dei piloti non è mai qualcosa di banale, e Stefano rappresenta la giusta motivazione per iniziare insieme un nuovo cammino. È un ragazzo veloce, determinato ed ancor giovane per il mondo delle ruote coperte, con alle spalle una grande esperienza maturata in monoposto, in GT e nell’endurance. Credo che sarà una buona base di partenza per lui nel mondo delle vetture turismo, anche perché questo progetto elettrico è innovativo per tutti e rappresenta una grande opportunità per tutti gli attori coinvolti”.

Stefano Coletti
“Sono molto felice di aver ricevuto la chiamata da parte della Romeo Ferraris per questa stagione. La fiducia risposta in me, nonostante la mia esperienza praticamente nulla con le vetture turismo, mi riempie di gioia e sono sicuramente molto motivato a dare il meglio di me per ripagarli di questa occasione. Ringrazio Michela Cerruti e Mario Ferraris perché questo genere di opportunità capita una volta sola nella vita. Poter lavorare a stretto contatto con un costruttore in fase di sviluppo di una nuova auto è sicuramente una sfida che però non ci fa paura, anzi ci offre grande adrenalina e spinta per raccogliere il massimo risultato. Non vediamo l’ora di scendere in pista”.