Team Mulsanne conquista il successo in gara-1 a Motorland, teatro del quinto round della stagione 2020 del FIA WTCR. La compagine italiana ha portato al successo l’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris che con Jean-Karl Vernay alla guida si è imposta con un perentorio successo nella prima corsa del week-end, conquistando il terzo successo nella storia del mondiale turismo dalla propria istituzione nel 2018. Il costruttore di Opera iscrive così il proprio nome nell’albo d’oro dei vincitori, in un fine settimana in cui il potenziale velocistico della vettura è stato al pari di grandi colossi del motorsport che dispongono di risorse ed investimenti maggiori. Il bilancio del fine settimana, seppur positivo, poteva essere ancora migliore, perché oltre a registrare il primo ingresso annuale in Q3, aveva visto Vernay conquistare la prima pole position da Suzuka 2018, che è tuttavia stata cancellata dalla direzione gara per track-limits. Il francese in gara-1 ha preso il comando alla prima curva scattando dalla seconda fila contenendo alle sue spalle il plotone degli agguerriti rivali. L’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris di Vernay occupa ora la terza piazza nel campionato piloti grazie ai 146 punti conquistati sino ad ora, un risultato estremamente positivo ed incoraggiante verso l’atto finale della stagione, che sarà eccezionalmente disputato nuovamente a Motorland, il 15 novembre, conseguentemente alla cancellazione del round di Adria.

Michela Cerruti, Romeo Ferraris Operations Manager
“Sapevamo che questo momento sarebbe arrivato anche quest’anno, ed il fatto che sia successo su un circuito nuovo per tutti, per me aggiunge ancora più valore a questa performance. Abbiamo costruito in una giornata un grande lavoro dal punto di vista tecnico ed in qualifica Jean-Karl ha conquistato un mezzo successo a mio avviso, che ha completato perfettamente nelle gare di domenica. Senza la sfortuna del contatto che lo ha costretto al ritiro in gara-2, avremmo raccolto ancora più punti, che sommati a quelli che ci sono stati tolti in Slovacchia ed Ungheria per delle decisioni della direzione gara, ci avrebbero visti matematicamente in lotta per il titolo con l’ultimo round ancora da disputare. Sono molto fiera di quello che abbiamo conquistato, se pensiamo che non era nei nostri piani essere al via della stagione FIA WTCR 2020 ad inizio anno, ma che con grande dedizione ed umiltà abbiamo costruito quella che forse è la miglior stagione della nostra esperienza nel mondiale turismo. Aver ottenuto il terzo successo nella serie di riferimento per vetture turismo è una grande emozione per tutti noi che ci ripaga degli enormi sforzi fatti per essere qui”.