È stato un fine settimana intenso per le Alfa Romeo Giulietta TCR by Romeo Ferraris al via delle varie serie nazionali. Le notizie migliori arrivano dal Giappone, con le splendide prestazioni sul bagnato di Shuji Maejima. Nell’appuntamento del TCR Japan al Fuji, il pilota  della Go&Fun Squadra Corse ha festeggiato un doppio podio: terzo in gara 1, in rimonta da un errore in apertura, e addirittura secondo in gara 2 con il sorpasso decisivo nelle fasi finali.

Bel risultato per James Walker nel TC America, in cui è impegnato con la Giulietta TCR schierata da Risi Competizione. Lo statunitense in gara 2 a Portland ha conquistato una combattuta quinta posizione, riscattandosi dalla sfortuna della prima corsa in cui, a un minuto e mezzo dal termine, è stato costretto allo stop quando era in lotta per la zona podio.

Tappa più complicata nel TCR Australia per Dylan O’Keeffe e per la sua squadra Ashley Seward Motorsport, che a Phillip Island avevano vinto due manches. Al The Bend Motorsports Park, tracciato alle porte della città di Adelaide, O’Keeffe si è ritirato in gara 1 mentre lottava per le posizioni di vertice, ma i punti raccolti in gara 2 e gara 3 gli consentono di rimanere dentro alla sfida per il titolo 2019. Nel TCR Scandinavia, invece, Louise Frost ha proseguito il cammino di crescita con l’Alfa Romeo Giulietta TCR schierata dal team Insight Racing. Sul circuito svedese di Falkenberg la giovane danese ha sfiorato la top 10 in gara 1.

Michela Cerruti, Romeo Ferraris Operations Manager
“Pur senza l’impegno nel Mondiale FIA WTCR, questo weekend per noi ha richiesto un grande sforzo a livello organizzativo. Il nostro personale ha infatti supportato i clienti al via di ben quattro campionati in zone geografiche molto distanti: Giappone, Stati Uniti, Australia e Svezia. Ci congratuliamo con Shuji Maejima, due volte sul podio al Fuji in condizioni di pioggia, che hanno messo ulteriormente alla prova le caratteristiche della nostra Alfa Romeo Giulietta TCR. Bene anche James Walker, che si è confermato fra i principali protagonisti del TC America, mentre in Australia, questa volta, Dylan O’Keeffe non ha potuto capitalizzare il suo potenziale come avvenuto in occasione dei successi a Phillip Island. Nel frattempo, monitoriamo i progressi in Scandinavia con Louise Frost”.