Il secondo round del PURE ETCR è alle porte con la gara che si disputerà in Spagna questo fine settimana, sul circuito di Motorland Aragon. Dolci ricordi per Romeo Ferraris, che vi torna dopo aver conquistato l’ultima vittoria dell’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR nel 2020 ed essersi aggiudicati il titolo del WTCR Trophy nonché il terzo posto nella classifica piloti.

Proprio dai piloti si riparte con un segno di continuità, grazie a Luca Filippi che, alfiere di Team Mulsanne la passata stagione, nel round inaugurale del PURE ETCR a Vallelunga ha raccolto il maggior numero di punti in graduatoria con la Giulia ETCR by Romeo Ferraris, ed è quinto in classifica con 56 lunghezze, a precedere il debuttante Rodrigo Baptista, che di punti ne ha raccolti 43.

Saranno chiamati ad una rimonta iberica i rispettivi compagni, che nonostante le buone performance velocistiche emerse a Vallelunga, non sono riusciti a massimizzare gli sforzi nelle gare, con Stefano Coletti che è decimo con 22 punti raccolti, ed Oliver Webb ottavo, a quota 36.

Proseguirà l’innovativo format visto in Italia, con il sorteggio dei gruppi che avverrà la sera di giovedì, poi le prove libere al venerdì e gli scontri diretti del sabato, fino alla doppia finale che vedrà tutte le vetture in pista domenica, con la diretta di Eurosport e sui social del campionato per poter seguire le sfide.

Michela Cerruti, Romeo Ferraris Operations Manager
“La pista di Motorland ha un significato particolare per noi, laddove presentammo ufficialmente la nostra vettura lo scorso anno. Il ricordo di tanti sforzi e sacrifici che hanno visto la luce proprio su questa pista, e tornarci otto mesi dopo con due vetture, dopo le belle prestazioni di Vallelunga, è molto toccante. In pochissimo tempo siamo stati in grado di lottare contro due costruttori che sono dei veri e propri colossi, anche se abbiamo un’oggettiva mancanza di conoscenza del circuito. Le altre vetture infatti hanno potuto già girare qui durante l’inverno, mentre noi attendavamo ancora l’integrazione della batteria, avvenuta in ritardo a causa dei disagi logistici causati dalla pandemia Covid-19. Per questo sarà molto importante sfruttare ogni singolo minuto di azione in pista per cercare di colmare il divario di esperienza coi nostri rivali. La variabile caldo sarà molto importante ad Alcañiz, ma abbiamo già visto come, a Vallelunga, queste vetture rispondano bene a condizioni meteo molto provanti”.